I 5 trend sul Digital Marketing da seguire per la seconda metà del 2022

A inizio anno abbiamo predetto e annotato i trend principali di Digital Marketing per il 2022, importanti strumenti per aziende e brand. Quali sono andati a segno in questa prima metà dell’anno? E per questo secondo semestre quali sono le tendenze alle quali prestare attenzione?

Digital Trend- secondo semestre 2022

A gennaio avevamo predetto i 5 digital trend protagonisti del 2022 (ne abbiamo parlato qui). Giunti a questa prima metà dell’anno siamo tornati sui nostri passi per verificare se ci avessimo visto giusto: alcune delle tendenze si sono mantenute e si sono consolidate, alcune sono state superate e ne sono nate di nuove che sono già state assorbite dalle piattaforme e usate da brand e aziende all’interno delle loro strategie.


Non prevediamo il futuro, ma siamo buoni osservatori e abbiamo raccolto i trend che si sono riconfermati di punta anche per la seconda metà dell’anno e i nuovi in sviluppo. Scopriamoli insieme! 


L’ASCESA DEL METAVERSO

Tanto affascinante quanto misterioso. Se a inizio anno il metaverso aveva iniziato a muovere i primi passi, dopo il successo mediatico ricevuto nel 2021, ora è entrato nel vivo delle strategie delle principali compagnie hi-tech e brand. Sempre più aspetti della vita reale stanno trovando il loro posto in mondi virtuali: avatar personalizzati a nostra immagine e somiglianza, fashion tech, nuovi sistemi di monetizzazione e logiche Try-On, NFT ed esperienze di socialità più immersive. Il metaverso sta rappresentando un nuovo strumento per i brand per raggiungere target differenti, ad esempio tramite la creazione di eventi virtuali brandizzati per la promozione di prodotti e servizi rivolti a community nuove e sempre più allargate.


PODCAST: SULLA CRESTA DELL’ ONDA

Il successo dei podcast non accenna a rallentare: basti pensare all’introduzione del tool che permette di realizzarli in autonomia senza bisogno di affidarsi a piattaforme terze, o ancora, alla possibilità di realizzare videocast, il formato talk nel quale si vede e si sente.

Non solo Spotify, che nei primi tre mesi del 2022 ha visto un aumento di abbonati del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma anche altre piattaforme hanno compreso il potenziale di questo contenuto e stanno muovendo i primi passi nel panorama dell’ audio (è il caso di Amazon Music).


L’ ETERNO SUCCESSO DEI VIDEO 

Il futuro delle piattaforme è nel video content marketing? Non ne abbiamo la certezza, ma le strategie assunte da molte di queste negli ultimi mesi, grazie soprattutto al successo di TikTok, lasciano intendere che i video rappresentino un contenuto molto apprezzato dagli utenti e favorito dagli algoritmi. Basti pensare ad Instagram, un tempo sinonimo della fotografia digitale quadrata, ora, costruisce il proprio futuro rafforzando le funzionalità per i Reels e i brevi video, anche tra i malcontenti degli utenti che vedono l’app sempre più simile al suo rivale cinese. 


TIKTOK NON SBAGLIA UN COLPO

La crescita di TikTok aumenta con costanza: nel primo trimestre del 2022 sono stati 36,9 miliardi i download di app in tutti il mondo, 3,9 dei quali riguardano la piattaforma di Byte Dance. Dagli hobby al lavoro, la piattaforma non si rivolge più solo ai teens e sta aprendo le sue funzionalità anche agli “over”. Da recenti studi, rappresenta per i giovani il principale motore di ricerca per informazioni ed eventi, sorpassando il colosso Google e confermandosi come piattaforma leader dell’anno.


L’ERA DEL CREATOR MARKETING… A PAGAMENTO

Se fino ad oggi era dato come certo che le piattaforme di social networking, in cui è possibile caricare e fruire di contenuti gratuitamente, ricavassero i propri introiti dalle inserzioni pubblicitarie, proprio in questo periodo si sta assistendo a un cambio di direzione con l’introduzione di abbonamenti premium per contenuti esclusivi e a pagamento. L’ apripista è stato Instagram seguito da Twitter, Snapchat, TikTok e Youtube.